Non dimagrisci per colpa delle tossine acide? Questi i segnali a cui fare attenzione

dieta_acqua_alcalina Ci sono segnali che mostrano un accumulo di tossine acide e che, quindi possono spiegare un rallentamento metabolico e i tuoi chili in più. Rispondi alle domande del test.

  1. Ti senti spesso stanca e affaticata, anche mentalmente, e ti è difficile recuperare le energie spese?
  2. Sei irritabile e nervosa o hai difficolta a riposare?
  3. Consumi spesso carne, formaggi, bresaola e affettati?
  4. Soffri di difficolta digestive, reflusso, gonfiori addominali? Dopo mangiato ti capita di avere l’addome dilatato?
  5. Hai una vita sostanzialmente sedentaria e non riesci a praticare regolarmente attività fisica?
  6. Hai poca sete e difficilmente riesci a bere 1,5 llt di accqua al giorno?
  7. Hai spesso occhi gonfi, gambe pesanti e caviglie ingrossate?
  8. Hai un respiro “corto” con frequenti  sospiri, come si ti mancasse il fiato, e sbadigli spesso?
  9. Consumi più volte a settimana alimenti confezionati o pronti, prodotti da forno o cibi dolci (brioches, pizza, pane)?
  10. Fumi o consumi di frequente vino o alcolici?

Se hai dato una risposta affermativa a più di 5 domande è molto probabile che il tuo sovrappeso sia in parte determinato da un’acidificazione tissutale.

Cibi alcalinizzanti e i cibi acidificanti

alcalino

L’equilibrio acido-base può essere definito l’equilibrio degli equilibri, perchè è quello che mantiene nella norma le funzioni vitali. Un semplice test da fare in casa per misurare i valori delle urine e capire il valore di acidità del nostro organismo.

Una dieta a prevalenza di cibi alcalinizzanti, come frutta e verdura, migliora la salute delle ossa, attenua l’ipertensione, diminuisce il rischio di ictus, mantiene efficienti memoria e capacità cognitiva, previene il rischio dei tumori e aumenta il magnesio intracellulare necessario per attivare la vitamina D.

Gli alimenti più acidificanti sono: proteine animali, zucchero bianco, farine raffinate, grassi saturi, oli raffinati, cibo industriale ricco di sale e additivi, vegetali coltivati con sostanze di sintesi. Anche sedentarietà, alcool, fumo e stress acidificano l’organismo.

Come sapere se si è acidi?

Procuratevi una cartina tornasole con scala pH 5-8, acquistabile in farmacia, in erboristeria o sul web. Quali sono i valori ottimali delle urine? L’ideale è che si posizionino su 7.3, in quanto anche una basicità troppo elevata è negativa.

Il test si effettua bagnando con una goccia di urina un pezzetto di carta tornasole. L’operazione va ripetuta tre volte al giorno (al mattino con la seconda urina, prima di pranzo e prima di cena) per circa una settimana, annotando regolarmente i valori. Noterete che, non appena la cartina viene bagnata cambia colore, dandovi la lettura dei vostri valori.

La cartina colorata va confrontata con la scala cromatica dove trovate indicato il valore numerico.

Per aiutare il tuo organismo ad alcalinizzarsi puoi anche usare Alkaline. Per info non esitate a contattarmi

Fonti: Dimagrire Riza, terranuova.it

Non dimagrisci per colpa delle tossine acide? Questi i segnali a cui fare attenzioneultima modifica: 2018-04-06T22:44:32+02:00da anamjs
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento